Scuola Media

GUIDA DELLA SCUOLA PER ALUNNI E GENITORI

GENTILI ALUNNI E GENITORI, ecco un piccolo glossario per un rapido orientamento in mezzo alle tante componenti e attività della scuola…buona consultazione!

ABBIGLIAMENTO

Gli alunni, nella loro delicata età di crescita e sviluppo, sono liberi di esprimere se stessi e la loro personalità anche con l’abbigliamento, a patto che questo si mantenga nei limiti della decenza e del buongusto, senza esagerazioni che sarebbero inadeguate ad un luogo innanzi tutto, oltre che di crescita e socializzazione, di studio e di lavoro.

ACCOGLIENZA

I docenti della scuola secondaria di I grado organizzano, durante i primi giorni di scuola, attività volte a facilitare un sereno inserimento degli alunni di I media nel nuovo contesto scolastico, favorendo la conoscenza dell’istituto e delle sue strutture, dei docenti e delle materie di studio, dei compagni all’interno del nuovo gruppo classe.

ATTI VANDALICI

APERTURA POMERIDIANA DELLA SCUOLA

La Scuola Secondaria di I Grado “Buonarroti” è aperta nel pomeriggio per consentire lo svolgimento delle diverse attività nei seguenti giorni: Lunedi – Martedì – Mercoledì -Giovedì

ASSENZE v. Giustificazioni v. Ritardi/uscite anticipate

Gli studenti condividono la responsabilità di rendere accogliente l’ambiente scolastico e averne cura rispettando gli arredi presenti nelle aule e in tutti i luoghi in cui si svolge l’attività scolastica. Si invitano i genitori a collaborare con la scuola per sensibilizzare i ragazzi al rispetto dell’ambiente scolastico. Si fa comunque presente che, in caso di danno verificatosi all’interno di una classe, la scuola si riserva di chiedere alle famiglie, a titolo di risarcimento, un contributo in denaro.

Ogni anno l’Istituto provvede a somministrare a genitori, alunni e personale docente e non docente un questionario di autovalutazione, finalizzato ad una messa a fuoco dei settori che richiedono miglioramento, sostegno e valorizzazione.

BIBLIOTECA

AUTOVALUTAZIONE DI ISTITUTO

Nella scuola esiste un’ampia dotazione di materiale librario, anche di natura e valore storico. L’aula “Biblioteca” e una docente dedicata possono accogliere docenti e alunni per attività di lettura e approfondimento.

CAMPI SCUOLA

v. visite -uscite

CLASSI E CORSI DI STUDIO

La scuola secondaria di I grado “Buonarroti”, a sperimentazione musicale, conta 15 classi articolate in 5 sezioni (A-E). Oltre all’insegnamento di Lingua Inglese, le sezioni A-C hanno l’insegnamento di Lingua Francese, B-E di Lingua Spagnola, D di Lingua Tedesca. Tutte le classi hanno un tempo scuola di 29 ore obbligatorie, alle quali, durante l’anno scolastico 2008-2009, è possibile aggiungere fino a quattro ore a scelta fra le attività di Laboratorio di Lettura e Scrittura Creativa, Latino, Teatro, Informatica, nonché le Lezioni di Strumento Musicale.

V. Formazione classi prime COLLEGIO DEI DOCENTI v. Organi collegiali COMPORTAMENTO

L’Istituto ha elaborato delle regole (si rinvia al Regolamento d’Isttuto) che, rammentando agli utenti della struttura scolastica semplici regole di civiltà e convivenza, mirano a costruire e tutelare un ambiente sano, sereno e ordinato per il migliore svolgimento di tutte le attività che si svolgono a scuola. In particolare si pone l’accento su:

CONDOTTA IN CLASSE E NELLA SCUOLA

Gli studenti sono tenuti ad assumere nei confronti del Dirigente Scolastico, dei docenti e del personale, il rispetto delle norme di buona educazione. Sono chiamati a partecipare al dialogo educativo, ad essere corretti, puntuali, fedeli agli impegni, a dare un apporto costruttivo alla vita scolastica, ad intervenire

Presiede, su delega del Dirigente Scolastico, il Consiglio di classe.

attivamente alle lezioni. Sono tenuti a mantenere un comportamento corretto nelle ore di lezione, durante l’intervallo e nel tempo libero post mensa che si svolge nel cortile attrezzato della scuola (sempre sotto la sorveglianza dei docenti).

CONSIGLIO DI CLASSE v. Organi collegiali CONSIGLIO DI ISTITUTO v. Organi collegiali CONTRIBUTO SCOLASTICO DELLE FAMIGLIE

Il contributo volontario è di € 40 (quaranta euro) annuali. Le somme istituzionalmente a disposizione della scuola, purtroppo, non permettono di venire incontro a tutte le necessità didattico-organizzative dell’ Istituto. Si fa, dunque, appello al senso di solidarietà delle famiglie per contribuire alla realizzazione formativa degli alunni. Il Consiglio di Istituto individua i settori nei quali investire i contributi delle famiglie.

COORDINATORE DI CLASSE Ha funzione di raccordo e coordinamento fra docenti e genitori della classe.

EMAIL

La nostra e-mail istituzionale ( rmee05400a@istruzione.it ) è a disposizione per questioni di una certa rilevanza.

FORMAZIONE CLASSI PRIME

Per la formazione si tiene conto della valutazione finale delle scuole del grado precedente, del numero dei maschi e delle femmine, della distribuzione di alunni stranieri e diversamente abili nonché delle richieste dei genitori rispetto alla scelta della lingua straniera, al fine di ottenere classi il più possibile equilibrate. Tutti i criteri sono stati specificatamente deliberati dal Collegio dei docenti

GIUSTIFICAZIONI/LIBRETTO DELLE GIUSTIFICAZIONI

Le assenze devono essere giustificate, al rientro a scuola, sul libretto delle giustificazioni che può essere ritirato in Segreteria. L’assenza prolungata, in caso di malattia, prevede, dopo il quinto giorno, la produzione di certificato medico. E’ possibile giustificare le assenze prolungate anche senza il certificato, previa dichiarazione della famiglia, in caso di viaggi, settimane bianche etc.

INTERNET

Il numero delle assenze dei singoli studenti viene monitorato dai Coordinatori di Classe che daranno comunicazione alla famiglia di eventuali casi di assenze ripetute.

V. Sito della scuola V. E-mail

LABORATORI E STRUTTURE

La scuola possiede: Biblioteca, Mensa, Aula Multimediale, Aula Sostegno, Palestra, Cortile Attrezzato, Laboratorio Informatico.

Presso la Sede Centrale dell’Istituto Regina Elena sono inoltre disponibili: Teatro, Laboratorio di Scienze, Laboratorio artistico, Aule di Musica.

MATERIA ALTERNATIVA ALLA RELIGIONE CATTOLICA

Gli studenti che non si avvalgono dell’insegnamento della religione cattolica svolgeranno una attività di promozione della lettura anche utilizzando la biblioteca della scuola. Dove possibile potranno scegliere di posticipare l’ingresso a scuola o di anticipare l’uscita.

MUSICA

La scuola secondaria di I grado ha la specificità di avere la sperimentazione musicale: in base ad una selezione, gli studenti idonei possono accedere, in orario extrascolastico, alle lezioni di Strumento Musicale, partecipando anche ad importanti appuntamenti musicali come il Concerto di Natale. Questa peculiarità attira un’attività concertistica di alto livello presso il teatro della scuola, rendendo ancora più forte la capacità dell’Istituto di rendersi polo di attrazione e di irradiazione di cultura nel suo territorio.

ORGANI COLLEGIALI Collegio dei Docenti

E’ costituito da tutti gli insegnanti della scuola ed è presieduto dal Dirigente Scolastico. Ha soprattutto competenze educativo-didattiche.

Consiglio di classe

Dirigente Scolastico : prof.ssa Emma Tarulli Collaboratore vicario : prof. Letterio Ammendolia Collaboratore Presidenza : ins. Letizia Conti Collaboratori Presidenza succursale : ins. Giuseppina Degli Uberti. Collaboratore scuola dell’infanzia: ins. Marina Lanzoni

Il Piano dell’Offerta Formativa, comprendente sia l’organizzazione della scuola sia la progettualità formativa, è reperibile sul sito della scuola. Esso descrive la scuola in tutti i suoi aspetti e ne definisce le finalità educativo-didattiche. E’ elaborato dal Collegio dei docenti che incarica una speciale commissione, che comprende una componente rappresentativa dei genitori, della sua stesura. E’ deliberato dal Consiglio di Istituto.

Accanto alla didattica tradizionale (che, non lo dimentichiamo, è l’impegno primario della scuola) si svolgono molte iniziative formative interessanti e stimolanti. I progetti, già avviati o in corso d’avviamento, sono i seguenti:

E’ costituito dai docenti di classe e dai rappresentanti dei genitori. E’ presieduto dal Dirigente Scolastico o dal docente Coordinatore, delegato dal Dirigente Scolastico.

Consiglio di Istituto

E’ costituito da : (composizione del Consiglio) Ha soprattutto competenze amministrativo-finanziarie Le attività degli organi collegiali sono reperibili sul sito della scuola.

ORGANIGRAMMA

POF

PROGETTI

Educazione alla legalità Prevenzione del bullismo Eco-Schools – progetto europeo ambiente Orientamento: una scelta per il futuro Concerti della Piccola Orchestra Buonarroti Giochi Sportivi Studenteschi Italiano L2: una lingua per tutti Vivere la sicurezza La finestra sul Natale

Si svolgono inoltre le seguenti attività :

⇒ La Costituzione fra i banchi di scuola ⇒ Contar le stelle (Biblioteca europea) ⇒ Progetto “Il quotidiano in classe” ⇒ Recupero e sostegno

⇒ La scuola Buonarroti nel ventennio fascista

La scuola fornisce un servizio di consulenza psicologica aperto a studenti, genitori e docenti. Riceverà su appuntamento per la durata dell’anno scolastico.

RAPPRESENTANTI

Pittura ad olio Viaggi d’istruzione in Italia e all’estero Campi scuola Visite a mostre e luoghi d’arte Partecipazione a spettacoli teatrali e cinematografici

La scuola offre, con il contributo delle famiglie:

Assistenzaallostudiopostscuola Certificazione europea della conoscenza delle lingue.

Esame Trinity College London.

PSICOLOGO

Vengono democraticamente eletti i rappresentanti dei genitori nelle classi (quattro per classe) ed al Consiglio di istituto (in proporzione rispetto al numero degli alunni).

RECLAMI

Quando si presenti la necessità di affrontare una situazione di classe che evidenzi problemi, i genitori hanno la possibilità di riunirsi in Assemblea di Classe per discuterne. A tale proposito ci si può rivolgere ai Collaboratori del Preside (sede centrale: L.Conti, succursale “Pestalozzi”: G. Degli Uberti, “Buonarroti”: prof. Ammendolia).

RICEVIMENTO DEI GENITORI

I docenti della scuola secondaria di I grado ricevono i genitori due volte al mese, con incontri individuali, e due volte l’anno in incontri collettivi.

RITARDI/USCITE ANTICIPATE

La prima ora di lezione è fissata alle ore 8.10. Gli alunni che si presentano dopo tale termine possono essere ammessi in classe previa autorizzazione dell’insegnante. Gli insegnanti verificheranno ed annoteranno ritardi e giustificazioni sul registro di classe. Dopo 5 ritardi l’ingresso dovrà essere autorizzato dal Dirigente Scolastico.

Le uscite anticipate degli alunni devono essere richieste dai genitori che si incaricheranno di prelevare il figlio o farlo prelevare tramite delega a persona maggiorenne.

SCIOPERO DEL PERSONALE

La rappresentanza sindacale è costituita su iniziativa dei lavoratori della scuola nell’ambito delle associazioni aderenti alle confederazioni firmatarie dei contratti collettivi. Nella nostra scuola, attualmente, è rappresentativa dei sindacati della scuola CGIL , CISL e SNALS.

RSU

In caso di sciopero del personale, sarà cura della scuola avvertire le famiglie per tempo. Una volta entrati a scuola, i bambini vi rimarranno per tutto l’orario delle lezioni: sarà garantita la custodia, ma non sarà garantito lo svolgimento delle lezioni .

SEGRETERIA

Gli orari di ricevimento della segreteria sono i seguenti: Lun..- Ven : 8.30 – 10.30 Merc. : 15.00 –16.30

SITO DELLA SCUOLA

Sul sito della scuola (home page istituto compensivo regina elena) si trovano informazioni sull’organizzazione (Consigli di classe, riunioni, etc.) ed altre interessanti notizie.

La valutazione degli alunni è quadrimestrale. Ogni docente definisce le verifiche in itinere da proporre agli alunni in base alla personalizzazione dei percorsi formativi. Sono concordate per classi parallele le verifiche di fine quadrimestre e quelle di fine anno.

Per contattarci sul sito scrivere a : info@istitutocomprensivoreginaelena.it segreteria riceve, inoltre, telefonicamente tutti i giorni dalle 10.30 alle 12.30.

VERIFICHE

Le visite guidate e i viaggi di istruzione, compresi quelli connessi ad attività sportive, si configurano come esperienza di apprendimento. I viaggi devono essere coerenti e funzionali agli obiettivi cognitivi e didattici stabiliti dal POF e dalla programmazione di Classe.

VISITE – VIAGGI – CAMPI SCUOLA

Il regolamento è reperibile sul sito.

TELEFONINI/VIDEOFONINI

Gli studenti sono invitati a non usare e a non portare a scuola il telefono cellulare, in quanto la Direttiva Ministeriale ne fa divieto: “L’uso dei cellulari da parte degli studenti, durante lo svolgimento delle attività didattiche, è vietato. Il divieto deriva dai doveri sanciti dallo Statuto delle studentesse e degli studenti (D.P.R. n. 249/1998).La violazione di tale divieto configura un’infrazione disciplinare rispetto alla quale la scuola è tenuta ad applicare apposite sanzioni”.

VOI GENITORI

Collaborate con noi ad una buona formazione, culturale ed umana, degli studenti. Vi diamo alcuni suggerimenti, derivati dalla nostra esperienza professionale, nella speranza che vogliate parlarne con i vostri figli per aiutarli a crescere.

1. Se c’è qualche cosa che non funziona, sia sul piano organizzativo, sia su quello educativo e didattico, più che lamentarvi con i vostri figli o con qualche genitore di vostra conoscenza, contattate i rappresentanti di classe, oppure venite a parlare con il docente coordinatore o con l’insegnante direttamente interessato o anche, se lo ritenete necessario, ricorrete al Dirigente e allo staff di presidenza. Parlando, esponendo i propri dubbi, molti problemi possono essere risolti. Soprattutto cercate di non creare un conflitto di autorità nei vostri figli.

2. Cercate di essere presenti agli incontri e alle opportunità di colloquio che la scuola vi offre. La vostra partecipazione per noi è preziosa e per i vostri figli è un segno di attenzione.

3. Incoraggiate i vostri figli a rispettare le regole di una convivenza civile ed armonica con gli altri e con l’ambiente seguendo quanto viene riportato nello Statuto degli Studenti.

4. Aiutate vostro figlio a predisporre un luogo tranquillo e ben illuminato per studiare. Non mettetegli fretta, non intervenite con troppa ansia, cercate di evitare che ci sia rumore nella sua stanza e che cominci a studiare troppo tardi.

5. Aiutate vostro figlio a programmare in anticipo e ad organizzare il proprio tempo. Partecipare ad un’attività sportiva, o di altro tipo, lo aiuterà a scaricarsi e poi potrà studiare con più concentrazione.

6. Parlate spesso con i vostri figli, lasciate che vi raccontino tutto ciò che è successo in classe, chiedete loro di commentare i fatti accaduti e di darvi il loro giudizio.

7. Favorite, se vi è possibile, le richieste di studiare con qualche compagno/a. All’inizio perderanno un po’ più di tempo, ma fate loro capire che il lavoro insieme può essere più piacevole e anche proficuo.

8. Ricordatevi: essere genitori resp

I commenti sono chiusi.